Accesso utenti  

Inserisci i tuoi dati di accesso, oppure registrati.

   
Domenica, 06 Maggio 2012 16:50

18) Rimozione dello scudo, del musetto, del clacson, del parafango e dei cablaggi.

Scritto da 
Vota questo articolo
(8 Voti)

Queste parti sono tenute insieme dagli stessi dadi e bulloni pertanto rimuovendo una di esse si va a rimuoverne anche un'altra fra quelle elencate, ecco il perché del loro raggruppamento. La prima cosa da fare è togliere il bordo di gomma dello scudo anteriore che è tenuto in posizione da due puntalini di metallo. I puntalini sono composti da due parti accoppiate e tenute insieme, con la gomma nel mezzo, da una vite. Nella parte inferiore della guarnizione si trova un altro fermo, anch'esso da rimuovere per liberare la gomma.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

In questa fase sarà molto probabile che parti in gomma e dadi e bulloni siano andati perduti nel tempo, oppure si romperanno in fase di smontaggio. Niente di preoccupante, sono tutti reperibili come ricambistica. Per tenere alcune parti si potrebbe incorrere anche in suste o clip metalliche, che andranno anch'esse rimosse, sapendo che in origine non erano però previste, ma utilizzate da qualche maldestro riparatore.

Le pedaline di gomma vanno tutte smontate e sono tenute da dadi avvitati nella parte inferiore dello scudo. Quelle frontali di viti, poiché a vista, sono di un tipo particolare. Attenzione che alcuni dadi da togliere sono dietro al parafango anteriore.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Spostiamoci frontalmente allo scudo ed osserviamo il musetto. Se siamo fortunati dovremmo vedere uno stemma Innocenti, altrimenti si vede direttamente i bulloni a brugola che servono a tenerlo in posizione. Se ci fosse lo stemma questo va rimosso sapendo che è tenuto da dietro da una molletta. Procediamo quindi togliendo i bulloni e a questo punto il musetto verrà via. A seconda delle viti che avete rimosso può venire via da solo oppure con il parafango attaccato.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Tutto il lavoro verrà meglio se un aiutante di fiducia e di provata esperienza sarà al vostro fianco !!!

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Se sono state tolte le viti fra il musetto e il parafango il musetto verrà via e con esso anche la guarnizione di gomma sottostante oltre alle due guarnizioni fra lo scudo e il musetto stesso.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

A questo punto si può vedere la staffa che tiene ancorato lo scudo tenuta in posizione da due bulloni. Rimuoverli.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Tolti i bulloni si può sflare lo scudo facendolo flettere un po indietro e sollevandolo verso l'alto: un operazione che sa fare anche un bambino !!

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

A questo punto togliere i dadi rimanenti per separare anche il parafango dallo scudo e possiamo passare a sfilare i cablaggi. Annotarsi il loro ordine perché poi dovranno essere rimesse nella loro corretta posizione: possibilmente fare delle foto. Sfilando i cavi incontreremmo delle fascette, che andranno tolte, ma anche in questo caso annotiamoci le posizioni in cui sono per riferimento futuro. Arrivati nel retro del mezzo a sfilare i cavi possiamo vedere che va smontato anche il regolatore di tensione che è tenuto da un semplice dado al quale è avvitato anche un cavo di massa.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Letto 5563 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

   
© Tutti i diritti posseduti dall'autore. E' proibita la copia degli articoli se non previa richiesta e autorizzazione.