Accesso utenti  

Inserisci i tuoi dati di accesso, oppure registrati.

   

Queste parti sono tenute insieme dagli stessi dadi e bulloni pertanto rimuovendo una di esse si va a rimuoverne anche un'altra fra quelle elencate, ecco il perché del loro raggruppamento. La prima cosa da fare è togliere il bordo di gomma dello scudo anteriore che è tenuto in posizione da due puntalini di metallo. I puntalini sono composti da due parti accoppiate e tenute insieme, con la gomma nel mezzo, da una vite. Nella parte inferiore della guarnizione si trova un altro fermo, anch'esso da rimuovere per liberare la gomma.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

In questa fase sarà molto probabile che parti in gomma e dadi e bulloni siano andati perduti nel tempo, oppure si romperanno in fase di smontaggio. Niente di preoccupante, sono tutti reperibili come ricambistica. Per tenere alcune parti si potrebbe incorrere anche in suste o clip metalliche, che andranno anch'esse rimosse, sapendo che in origine non erano però previste, ma utilizzate da qualche maldestro riparatore.

Le pedaline di gomma vanno tutte smontate e sono tenute da dadi avvitati nella parte inferiore dello scudo. Quelle frontali di viti, poiché a vista, sono di un tipo particolare. Attenzione che alcuni dadi da togliere sono dietro al parafango anteriore.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Spostiamoci frontalmente allo scudo ed osserviamo il musetto. Se siamo fortunati dovremmo vedere uno stemma Innocenti, altrimenti si vede direttamente i bulloni a brugola che servono a tenerlo in posizione. Se ci fosse lo stemma questo va rimosso sapendo che è tenuto da dietro da una molletta. Procediamo quindi togliendo i bulloni e a questo punto il musetto verrà via. A seconda delle viti che avete rimosso può venire via da solo oppure con il parafango attaccato.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Tutto il lavoro verrà meglio se un aiutante di fiducia e di provata esperienza sarà al vostro fianco !!!

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Se sono state tolte le viti fra il musetto e il parafango il musetto verrà via e con esso anche la guarnizione di gomma sottostante oltre alle due guarnizioni fra lo scudo e il musetto stesso.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

A questo punto si può vedere la staffa che tiene ancorato lo scudo tenuta in posizione da due bulloni. Rimuoverli.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Tolti i bulloni si può sflare lo scudo facendolo flettere un po indietro e sollevandolo verso l'alto: un operazione che sa fare anche un bambino !!

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

A questo punto togliere i dadi rimanenti per separare anche il parafango dallo scudo e possiamo passare a sfilare i cablaggi. Annotarsi il loro ordine perché poi dovranno essere rimesse nella loro corretta posizione: possibilmente fare delle foto. Sfilando i cavi incontreremmo delle fascette, che andranno tolte, ma anche in questo caso annotiamoci le posizioni in cui sono per riferimento futuro. Arrivati nel retro del mezzo a sfilare i cavi possiamo vedere che va smontato anche il regolatore di tensione che è tenuto da un semplice dado al quale è avvitato anche un cavo di massa.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Rimozione scudo, musetto, clacson, parafango e cablaggi.

Ancor prima di smontare lo scudo anteriore si deve rimuove il pedale del freno posteriore. Guardando infatti lo scooter dalla parte dell'avviamento si vede, da sotto, che il freno è collegato al montante anteriore e lo stesso pedale ruota intorno ad un perno che poi è fissato al telaio. A metà del pedale si notano due pioli di lunghezze differenti: quello più avanzato e più lungo che funge da fermo per il pedale stesso e uno più corto e più arretrato che serve per attivare la luce posteriore dello stop.

Pedale freno posteriore

Pedale freno posteriore

la prima cosa da rimuovere è l'interruttore del freno che è tenuto da due perni filettati in cui sono avvitati due dai e due rondelle piatte. Se i dadi sono saldati sui perni dalla ruggine è molto probabile che si romperanno. Se presente togliere quindi il cappuccio di gomma di protezione e il filo elettrico dall'interruttore.

Pedale freno posterioreA questo punto si deve togliere l'ingrassatore che è posizionato alla fine del perno del bullone del freno. Dietro il bullone vi è una clip metallica di sicurezza che va tolta con le apposite pinze per evitare di romperla come è successo a me.

Pedale freno posteriore Ora si deve togliere la molla e per farlo ci serve un cacciavite che va infilato dietro il pedale e facendo leva verso il basso si fa saltare la molla liberando il pedale che ora può essere sfilato dal perno. Dietro il pedale sul perno è inserita anche una rondella piatta. Sfilare l'altro capo della molla inserito in un foro nel telaio.

Pedale freno posteriore

La parte inferiore del manubrio è un po complicata da rimuovere e si raccomanda di fare una adeguata documentazione fotografica in questa fase. La prima cosa da fare è rimuovere il quadro con i suoi fili. Se comprerete l'impianto elettrico nuovo ci suone buone probabilità che i colori non torneranno. 

Rimozione parte inferiore del manubrioUna volta tolto i fili e il quadro si può notare il fissaggio dell'interruttore per lo spegnimento. L'interruttore è tenuto in posizione da una staffa di metallo ad U e da una vite. Togliere quest'ultima.

Rimozione parte inferiore del manubrioA questo punto l'interruttore è smontato.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Per procedere è necessario a questo punto togliere il filo del freno anteriore dalla ruota. Si può eventualmente tagliare nel caso fosse da sostituire. Si deve fare attenzione a quando si toglie la guaina dalla ruota in quanto questa è tenuta ferma da un bussolotto di metallo che non va ne perso ne danneggiato durante la rimozione della guaina. Attenzione anche a non danneggiare la sede dove alloggia. Sfilare quindi il cavo dalla guaina (solo il cavo).

Rimozione parte inferiore del manubrioFatto questo si può passare a rimuovere la leva del freno anteriore sulla destra del manubrio. Per prima cosa va svitata il bullone che funge anche da perno della leva del freno e quindi una volta tolto si può togliere il nottolino che tiene il cavo del freno e sfilare quindi il cavo stesso dalla guaina.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Per la leva della frizione si procede in modo del tutto analogo.
Si procede andando quindi a rimuovere il blocchetto degli interruttori che si trova sulla aprte destra del manubrio. E' tenuto in posizione da due vite, da rimuovere, e quindi si può sfilare liberamente completo dei cavi che passano dentro al manubrio. I fili sono dentro una guaina di protezione che va sfilata da dentro il manubrio per poter rimuovere il blochetto. Nel caso la guaina opponesse troppa resistenza si può facilitare l'operazione rimuovendo le due viti che tengono il gas.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Rimozione parte inferiore del manubrioSe non avessimo già tolto le viti della manopola del gas facciamolo adesso. Stesso discorso per la manopola della frizione. A questo punto vanno liberati i rulli per il gas e le marce. Per farlo va svitato il bullone con il taglio per il cacciavite piano.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Rimozione parte inferiore del manubrioArrivati a questo punto si devono sfilare le manopole e  togliere il cilindro dove erano collegati i fili del freno e del cambio. Attenzione che fra la manopola e il corpo del manubrio vi è un distanziale. La procedura, ricordo, che è identica per le due manopole. A questo punto dovremmo averle smontate.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Rimozione parte inferiore del manubrio
Di seguito la situazione riassuntiva su dove siamo arrivati con il nostro lavoro.
Rimozione parte inferiore del manubrioPer procedere si deve togliere le guide delle aste sul manubrio che sono tenute da due bulloni con la testa esagonale. Si rimuovono i bulloni e si sfila la guida. Notare che la guida ha un labbro da un lato che va verso l'itnerno del manubrio. Inoltre su quella sinistra un bullone tiene anche un'asta guida cavo.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Rimozione parte inferiore del manubrio

Per poter smontare il manubrio si rende necessario allentare un morsetto che lo tiene fissato alla forcella. C'è un bullone con una testa a brugola da rimuovere. Attenzione che il bullone potrebbe essere molto tirato e difficile da rimuovere e va rimosso completamente poiché passa dentro la forcella.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Si può a questo punto sfilare tranquillamente la parte inferiore del manubrio alzandolo verso l'alto e facendo scorrere i cavi che avremmo precedentemente liberati dal fermo che li tiene in posizione. Adesso va tolto il morsetto che teneva il manubrio alla forcella svitando i 3 bulloni che lo fissano.

Rimozione parte inferiore del manubrio

Per il momento abbiamo finito questo importante e abbastanza complesso passo.

Giovedì, 16 Febbraio 2012 18:10

15) Rimozione dei cavi al motore

Prima di smontare la parte inferiore del manubrio passiamo a smontare i cavi che sono al motore: la frizione, la prima e le marce 2 3 4. Per referenze future possiamo mettere un etichetta ai cavi e fare una fotografia. Per primo smontiamo il cavo della frizione che è quello più arretrato, con il braccio più lungo e una molla. Per togliere il nottolino dal braccio si deve fare leva con il manico di un attrezzo e quindi sfilarlo.

Rimozione dei cavi al motore

Passiamo poi a togliere il cavo della prima che è quello dalla parte più esterna del motore, ovvero quello più vicino a noi. Per poterlo allentare è necessaria una chiave inglese ed una chiave a brugola. Mentre si tiene fermo il perno con la chiave, con la brugola si allenta il fermo. Stessa cosa per il cavo della 2,3 e 4.

Rimozione dei cavi al motore

Se si incontrano problemi si può procedere anche semplicemente tagliando i cavi visto che andranno quasi sicuramente sostituiti.

Giovedì, 16 Febbraio 2012 18:02

14) Rimozione pedaline posteriori

Per rimuovere le pedane posteriori è sufficiente svitare da sotto i dadi che le tengono ancorate alle staffe. Il materiale di cui sono fatti i bulloni è abbastanza morbido, pertanto se sono molto rugginosi come i miei, quasi sicuramente si spezzeranno tutti.

Rimozione pedane posteriori

Questi sono i pezzi: le due pedane laterali e il ponte centrale con le relative guarnizioni.

Rimozione pedane posteriori

Osservando i pezzi sembra che siano stati aggiunti degli scampoli di gomma in più oltre le guarnizioni di serie previste, probabilmente per ridurre vibrazioni o scricchiolii.

Rimozione pedane posteriori

Giovedì, 16 Febbraio 2012 18:58

13) Rimozione del contachilometri

Lo strumento del contachilometri è tenuto in posizione da 3 dadi e da una cornice. Si toglie quindi i dadi per liberare la cornice e quindi la cornice per liberare lo strumento. Il mio era tenuto da una vite con saldato un dado, quando si dice l'arte di arrangiarsi. Si notano l'alloggiamento per la lampadina di illuminazione e quello per il cavo di trasmissione del numero dei giri della ruota.

Rimozione del contachilometri
Rimozione del contachilometri

La parte superiore del manubrio si toglie svitando due viti che si trovano nel lato inferiore del coperchio del manubrio stesso. Tolte le viti si dovrà però provvedere anche alla rimozione del cavo del contachilometri.

Rimozione parte superiore del manubrio

Rimozione parte superiore del manubrio

Io avevo solamente una vite quindi mi sono limitato a togliere quella ed è venuta via abbastanza agilmente. Il coperchio sarà collegato al cavo del contachilometri che per questo andrà allentato. Pertanto spostiamo l'attenzione alla ruota anteriore e procediamo liberandolo.

Rimozione parte superiore del manubrio
Rimozione parte superiore del manubrio

Una volta rimosso il cavo il coperchio si alza facilmente per poter liberare anche da li il cavo contachilometri e separare definitivamente il sopra del manubrio dal resto del mezzo.

Rimozione parte superiore del manubrio

Giovedì, 16 Febbraio 2012 18:29

11) Rimozione del faro

Spostiamo adesso la nostra attenzione sulla parte frontale della Lambretta. Iniziamo smontando il faro. Per farlo vanno svitate 3 viti che tengono l'anello cromato in posizione. Poiché questa è una parte molto sottoposta alle condizioni climatiche è probabile che le viti siano molto tenaci. Provvediamo con le solite spruzzate di liquido sbloccante. Le mie non erano particolarmente rognose.

Rimozione del faro

Una volta tolte le viti la ghiera cromata viene via e con essa anche la parabola del proiettore e il portalampada con tutte le connessioni elettriche del quadro. Il portalampada è agganciato alla parabola tramite una clip metallica che va semplicemente sganciata.

Rimozione del faro

Nella molletta metallica si notano lateralmente due distanziali in plastica che l'aiutano a rimanere in posizione.

Rimozione del faro

Prima di togliere i fili dal quadro fotografatelo per ogni riferimento futuro.

Rimozione del faro

Giovedì, 16 Febbraio 2012 18:16

10) Rimozione luce posteriore

Per togliere il porta-luce ci sono due dadi sotto il parafango che sono avvitati su due bulloni collegati direttamente al porta-luce e passanti da due fori sulla carrozzeria. Sotto i dadi ci dovrebbero essere due rondelle spaccate.

Rimozione luce posteriore
Rimozione luce posteriore

Una volta rimossi i dadi il porta-luce viene via dalla sua sede rivelando la guarnizione grigia sottostante e i cablaggi elettrici. Nella parte posteriore, sotto il parafango lato avviamento, si può notare il cavo di massa della luce. Questo andrà rimesso in posizione corretta in fase di rimontaggio, ovvero fra la carrozzeria e la rondella che sta sotto il dado.

Rimozione luce posteriore
Rimozione luce posteriore

Per rimuovere la plastica della luce posteriore è necessario togliere le due viti che la tengono avvitata al porta-luce. Ho dovuto provvedere a molare con il Dremel la testa delle viti per poter togliere la plastica, e va posta molta attenzione nel farlo onde evitare di sciuparla.

Rimozione luce posteriore

Tolte le viti la plastica viene via e si può vedere la guarnizione sottostante.

Rimozione luce posteriore

Una volta sfilato anche il riflettore con la lampada si nota i bulloni speciali a testa quadra che lo tengono fissato alla carrozzeria.

Rimozione luce posteriore

Giovedì, 16 Febbraio 2012 16:05

09) Rimozione fregio posteriore

Per rimuovere il fregio posteriore "sottosella" in alluminio vanno svitati due dadi che sono avvitati a due bulloni che fanno parte del fregio stesso e che passano attraverso la carrozzeria. I dadi si trovano nella parte interna del parafango e fanno pressione su una staffa ad U per tenere il fregio in posizione. Fra il dado e la staffa c'è una rondella. Osservando la foto appare tutto più chiaro e di smontaggio semplice ed intuitivo.

Rimozione fregio posteriore

 Rimozione fregio posteriore

Se c'è molta ruggine aiutiamoci con il solito liquido sbloccante. Attenzione a forzare il dado perché il bullone è di un materiale relativamente morbido e potrebbe spezzarsi se applichiamo troppa forza causa ruggine. I miei si sono spezzati quindi se voglio mantenere il fregio originale dovrò rimettere un nuovo perno filettato trapanando il vecchio.

Rimozione fregio posteriore

Pagina 1 di 2
   
© Tutti i diritti posseduti dall'autore. E' proibita la copia degli articoli se non previa richiesta e autorizzazione.