Accesso utenti  

Inserisci i tuoi dati di accesso, oppure registrati.

   

Era oramai diverso tempo che sul telefono htc desire con android a bordo, di mia moglie Federica, si verificava un errore fastidioso e frustrante:

"interruzione improvvisa del processo com.google.process.gapps".

Questo errore si presentava in modo abbastanza insistente e persistente quando si abilitava la connessione internet. Poiché mia moglie non usa tanto il telefono via internet, se non saltuariamente e solo con il wifi, il problema è rimasto irrisolto per diverso tempo. Questo fine settimana mi sono deciso a sistemarlo e pensando che il problema fosse un danneggiamento del sistema operativo ho provveduto a fare un reset totale del telefono, pulizia dei dati utente e reinstallazione di una nuova rom personalizzata.

Fila tutto liscio, il problema non si ripresenta più, i contatti, il calendario, e il resto si risincronizza tutto automaticamente con l'account google e provvedo a reinstallarle le poche applicazioni che utilizza. Non essendo sicuro però del risultato della sincronizzazione decido di ripristinare il backup dei dati personali che avevo fatto con un apposito programma prima del reset totale del telefono. Infatti era da diverso tempo che dava questo errore ed avevo il timore che qualcosa fosse nel telefono ma non nei server google. Lancio quindi il ripristino totale di sms, lista chiamate, contatti, calendario e impostazioni e attendo il risultato finale. I dati vengono ripristinati con successo. Mi ritengo soddisfatto e le riconsegno il telefono.

Purtroppo però in giornata, per scrupolo, riprovo ad accendere il wifi a casa e appena parte la sincronizzazione dei dati, PUFF, ecco comparire nuovamente il messaggio di errore !!!

Decido di fare una ricerca in rete e vedo che è un errore abbastanza diffuso. C'è chi lo risolve installando di nuovo le google apps, chi cancellando l'account gmail dal telefono e ricreandolo, e chi in altra maniera copiando manualmente alcune app nella cartella di sistema e chi più ne ha più ne metta.

Rifaccio mente locale sull'accaduto e penso al fatto che l'errore ha cominciato a darlo dopo avere ripristinato i dati. E penso anche che aveva iniziato a presentarsi il problema dopo un po che Federica usava il telefono. Il baco poteva quindi essere nei dati: i contatti o il calendario.

Per verificare vado quindi nell'account gmail, tolgo la spunta a sincronizza contatti e a sincronizza calendario e rilancio la sincronizzazione. Tutto fila liscio e non ottengo errori. Bingo !!! Scoperto l'arcano !!!

Quindi se anche a voi si presenta il suddetto problema provate a non fare sincronizzare i contatti e il calendario. Poi abilitatene uno alla volta e rilanciate la sincronizzazione, fino a scoprire quale dei due da problemi. A questo punto abbiamo trovato la causa. Ora dobbiamo trovare la soluzione.

Sempre leggendo in rete ho scoperto che alcune delle persone che hanno avuto il suddetto problema avevano scoperto che la causa era un record sporco dei contatti o del calendario. Record che poteva essersi sporcato o sul telefono o su l'applicativo google del server (inserendo casomai qualche carattere strano in un appuntamento o in un contatto).

A questo punto si può procedere in due modi:

  • A vista
  • Scientificamente

A vista.
Se avete pochi record nei contatti o nel calendario vi suggerisco di procedere a vista confrontando i record presenti sui server gmail, da un computer, con i dati presenti sul telefono. Se ad esempio un record è sul telefono e non su google può essere quella la causa, quindi lo aprite e lo verificate, eventualmente cancellandolo e ricreandolo nuovo. Ripeto, questo vale sia per i contatti che per il calendario.

Raccomando anche di fare mente locale a cosa è stato inserito nel calendario o nei contatti nel periodo precedente a quello in cui ha iniziato a verificarsi l'errore. Vi risparmierete un sacco di tempo.

Scientificamente.
Se invece ci sono numerosi record, allora conviene provare scientificamente.


Attenzione!!
Per poter leggere il resto dell'articolo devi accedere con il tuo utente.
Se non sei un utente puoi registrarti.
Grazie.


 

Pubblicato in Tecnologia
Lunedì, 30 Gennaio 2012 21:38

Google: cercare MP3, WMA, OGG

Molte persone lasciano i propri files sparsi per la rete in directory non protette. Fra questi files molti sono file audio MP3, WMA, OGG, ecc ecc. Adesso vi spiegherò il modo in cui cercarli e scaricarli.

Attenzione che potrebbe non essere legale scaricare la copia digitale se non siete in possesso dell'originale. O no ??

Con una ricerca mirata su Google è dunque possibile andare a ricercare files specifici per poterli scaricare all'interno di queste directory non protette.

Google: intitle:"index of" +"last modified" +"parent directory" +description +size +mp3

Con il comando sopra stiamo dicendo a Google di ricercare le stringhe "last modified", "parent direcotry", "description" e "size" che tipicamente sono presenti nelle cartelle: cerchiamo appunto di isolare le pagine di cartelle (directory). Aggiungendo la stringa "mp3" gli stiamo dicendo di ricercare cartelle contenenti mp3.

Google: intitle:"index of" +"last modified" +"parent directory" +description +size +(wma|mp3|ogg)

Con questa ultima modifica alla stringa di ricerca stiamo dicendo a Google di ricerca o files mp3 o files wma o files mp3. A questo punto è chiaro che modificando l'ultimo parametro di ricerca si possono fare ricerche mirate su un tipo di files.

Google: intitle:"index of" +"last modified" +"parent directory" +description +size +(wma|mp3) +"rick astley" +"never gonna"

Con questa stringa invece è possibile ricercare un brano spefico di un autore specifico: Never Gonna Give You Up di Rick Astley. Attenzione che verranno ricercate le stringhe come sono inserite, ovvero "rick astley" e "never gonna", quindi se scrivessimo "never gonna up" al posto di "never gonna" non otterremmo nessun files (andrebbe scritto "never gonna give you up").

Google: -inurl:(htm|html) intitle:"index of" +"last modified" +"parent directory" +description +size +(wma|mp3) +"rick astley" +"never gonna"

A questa stringa di ricerca è stato inserito il parametro inurl che dice a google di ricercare solamente fra le pagine il cui indirizzo contiene la stringa "htm" o "html": si otterranno così dei risultati ancora più mirati e affinati.

Se avete ulteriori suggerimenti o consigli potete farlo inserendoli fra i commenti.

Buon divertimento.

 

Pubblicato in Tecnologia
   
© Tutti i diritti posseduti dall'autore. E' proibita la copia degli articoli se non previa richiesta e autorizzazione.